Migliori obbligazioni postali

obbligazioni poste italianeQuando si parla di investimenti, l’argomento è molto ampio e variegato. Per una persona che voglia effettuare un investimento e sia a digiuno riguardo questo settore, sicuramente non è facile orientarsi e districarsi in questo campo. Scegliere il tipo di investimento più adatto alle proprie esigenze, al tipo di rischio che si vuole correre, al rendimento che si intende ottenere, alle modalità di pagamento e a tutte le altre caratteristiche di un investimento, non è cosa facile e richiede in assenza di conoscenza molta pazienza e tempo.

Analizzare da soli tutti i vari prodotti finanziari è un processo lungo e complicato, e sarebbe meglio affidarsi ad un consulente finanziario. Ma, per non sottoscrivere prodotti sbagliati, è necessario comunque acquisire una conoscenza minima di base. Proprio per questo oggi parleremo delle obbligazioni, nell’intento di continuare a fare chiarezza nel mondo degli investimenti.

Come investire in Obbligazioni

Le obbligazioni sono dei veri e propri titoli di credito, con le quali chi li sottoscrive acquista una parte di debito dell’istituto che li emette, che può essere una banca, una società od un ente pubblico. Queste obbligazioni vengono emesse allo scopo di reperire fondi dal mercato per finanziare i propri investimenti, spese correnti, ristrutturazioni societarie etc..

All’acquirente delle obbligazioni viene riconosciuto oltre al capitale investito, il pagamento di un tasso di interesse, di norma più alto rispetto ad un investimento tradizionale in titoli, con la possibilità di rivenderle sul mercato secondario. Il possesso di obbligazioni di una società, a differenza delle azioni, non permette di avere un ruolo all’interno dell’assemblea, ma esse vengono rimborsate prima delle azioni.

Esistono vari tipi di obbligazioni, come per esempio le obbligazioni convertibili che possono essere convertite in azioni, garantendo in questo caso tutti i pari diritti degli altri azionisti. Gli interessi delle obbligazioni vengono pagati secondo delle scadenze prefissate, che possono essere ogni tre mesi, sei o un anno, a tasso variabile o fisso, con la possibilità che venga fornito un rendimento maggiore, dato dalla eventuale differenza tra valore delle obbligazioni nel momento della sottoscrizione, e valore delle stesse al momento del rimborso.

Obbligazioni postali

Presso Poste Italiane è possibile sottoscrivere obbligazioni, scegliendo tra due tipi differenti, le obbligazioni strutturate e le plain Vanilla. Le obbligazioni strutturate, sono raccolte da Poste dalle banche italiane e dai più grandi gruppi bancari mondiali. Esse garantiscono un interesse fisso, che può essere pagato a scadenza o periodicamente. Le obbligazioni plain Vanilla invece, sono sempre emesse dai principali gruppi bancari mondiali, ma presentano sia un interesse fisso crescente nel tempo, sia la possibilità di avere un interesse variabile complementare o sostitutivo.

Le tasse applicate su questo tipo di investimento, sono di un’aliquota di imposta del 26% sugli interessi corrisposti. Per sottoscrivere le obbligazioni presso Poste Italiane, è necessario possedere un conto corrente postale o un libretto di risparmio postale, con il quale è possibile acquistare obbligazioni solo sul mercato primario. Mentre, per acquistare obbligazioni sul mercato secondario, è possibile effettuare questa operazione online attraverso il trading online BancoPosta.

Fonte: http://www.migliorefinanza.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *