Archivi categoria: Trading

forum trading

Trading online, forum utili

Fare trading potrebbe non essere troppo semplice, per questo nella maggior parte dei casi si ricerca delle persone che possano dare dei consigli utili su come investire, dove e quando, quali trucchi e quali modalità utilizzare.

Da quando poi è possibile effettuare trading anche online, questo fenomeno si è diffuso esponenzialmente ed ha portato moltissime persone a fare i primi passi in questo mondo che spesso può risultare un po’ complesso e complicato.

Posto che il trading è sempre e comunque una questione che richiede delicatezza e deve essere affrontata con calma e competenza, avere qualcuno che possa dare dei consigli è sempre ben gradito.
Ma dove trovare persone esperte o anche solo altri semplici traders che condividano i nostri stessi dubbi, le tensioni, la richiesta di delucidazioni? Sui forum trading è possibile trovare alcuni consigli giusti e persone che, come noi, stiano cercando delle dritte per il complesso ma affascinante mondo del trading online.

I forum non sono altro che dei portali online dove le persone si ritrovano per discutere e per parlare di alcune tematiche, per condividere novità, consigli, dubbi, richieste, recensioni.
Sul web sono presenti tanti forum per il trading dove si discute di argomenti collegati a questo mondo. Nei forum è possibile scambiarsi impressioni, opinioni, recensioni, chiedere consigli e si tratta di strumenti preziosi soprattutto (ma non solo) per i trader principianti. Possono essere una valida fonte di ispirazione e consigli anche per chi sia già esperto.

Anche per il trading ci sono alcuni interessanti forum che possono anche essere d’aiuto per chi si avventura per le prime volte nel magico mondo del trading: vediamo quindi quali sono i migliori forum sul trading presenti online, vale a dire quelli che presentano più contenuti interessanti per gli utenti.

Il primo è Trade2Win. Si tratta di un forum in inglese (come la maggior parte di quelli presenti, dato che si rivolgono ad un pubblico internazionale) gestito da utenti della Gran Bretagna. Si tratta di un forum che offre ‘sezioni didattiche’ che possono essere utili per capire meglio come muoversi nel trading.

Il forum Elite Trader è uno di quelli più seguiti online: anch’esso totalmente in lingua inglese e frequentato molto (ma non solo) da utenti statunitensi, è uno dei forum migliori perché è ricco di discussioni interessanti e di post che possono essere molto utili. C’è una sezione totalmente dedicata al Forex, una invece dedicata al Market Profile e una ai Derivati.

Altro forum gestito molto bene in inglese, e che parla soprattutto di Forex e argomenti connessi, è Kreslik: è in inglese ma è di origine tedesca, e si trovano moltissime discussioni dato che è estremamente frequentato.

In lingua italiana è FinanzaOnline, ed è uno di quelli più seguiti in Italia. Ci sono diverse sezioni interessanti e tanti post, è un forum abbastanza trafficato. Sempre in lingua italiana, buoni forum dedicati al Forex sono Tuttoforex che si occupa di questa specifica branca del trading e che contiene tutte le informazioni che servono, e ForexItalia, un completo portale dedicato a questo tema.

Sempre nell’ottica di consigliare i migliori forum online dedicati al mondo del trading e della finanza, in italiano, Investire Oggi. Si tratta di un portale completo che ha anche una sezione forum, punto di riferimento per tantissimi trader. Le varie sezioni del forum in questione sono: Finanza e trading, Investimenti, Trader e investitori, Forum fisco e poi una sezione mista dedicata agli argomenti Off Topic.

Infine, anche Borse.it è un forum che può essere utile per chi cerca delle informazioni sugli investimenti e, cosa principale, è in italiano ed è uno dei portali più affidabili attualmente online.

Questo articolo è stato pubblicato in Trading il da .
Prestiti veloci_800x543

Trading: Le Tasse

Spesso, quando si parla di trading online si fa sempre molta confusione per quel che riguarda il discorso relativo alla tassazione.

Cerchiamo, quindi, di fare un po di chiarezza sull’argomento e fugare tutti i dubbi relativi a questo argomento spinoso. Ormai lo Stato Italiano tende a tassare in maniera molto forte e decisa qualsiasi attività che porti generi reddito, il trading è sicuramente una di queste, sarà tassabile?

Tutti i guadagni avuto tramite lo sfruttamento delle proprie capacità di trading vanno dichiarati al fisco. Questi possono avere due categorie di regime fiscale:

regime sostitutivo: le tasse e gli importi da versare vengono calcolati dal broker in seguito al guadagno eseguito
regime dichiarativo: si possono dichiarare i guadagni ottenuti tramite la classica dichiarazione dei redditi.In questo documento va indicato il totale dei spettanti nella sezione II-B al rigo RT41.

L’aliquota di tassazione per i proventi dal trading online con il governo Renzi sono aumentati e ora la quota è il 26%. Se prima, su 100.000 di guadagno, pagavate 20.000€ di tasse ora quelle da pagare saranno 26.000€ .

C’è da dire che i guadagni ottenuti tramite trading finanziario non sono facilmente tracciabili da parte dello stato. E’ ovvio che quasi nessuno, guadagnerà cifre altissime. Chi guadagna 100.000€ dal trading online vuol dire che sostenta la propria vita con molta facilità.

Per guadagnare 100.000€ bisogna investire molto e considerando il capitale investito come capitale di rischio vuol dire che quella persona come minimo ha uno stipendio fisso annuo almeno 3-4 volte superiore.

Quindi il problema trading-tasse non è così importante come si pensa. Fatto sta che se voleste dichiarare i vostri guadagni il 26% dovrete versarli allo stato.

Il nostro consiglio è quello di dichiarare i redditi allo stato nel modello preposto secondo il regime dichiarativo, perderete un 26% del vostro guadagno ma sarete protetti da qualche controllo della guardia di finanza.

A rigor di legge è illegale non conteggiare il trading online tra le fonti di guadagno.

Questo articolo è stato pubblicato in Trading il da .
trading_online800x311

Trading: I Segnali

Esistono nel trading operazioni corrette ed operazioni non corrette. Sarebbe troppo facile dire che l’operazione corretta è quella che si conclude con un guadagno e l’altra è quella che si conclude con la perdita. Per definire operazione corretta bisogna fare riferimento a quel tipo che segue le strategie programmate indipendentemente dal guadagno o dalla perdita.

Se non rispettiamo le strategie che ci eravamo preposti, anche se andassimo in guadagno, avremmo comunque davanti una strategia sbagliata.
Perché bisogna rispettare sempre le strategie, soprattutto se valide?

Perché il trading è pieno di falsi segnali dovuti a tanti fattori. Non rispettare la propria strategia ci espone a rischi non preventivati, in poche parole siamo esposti al vento e non abbiamo potere, dovremo sottostare alla corrente e scoprire in maniera passiva dove questa ci porterà.

Nel lungo periodo la disciplina ci darà ragione e farà la differenza tra chi è in grado di rispettare le proprie strategie e chi invece si azzarda a seguire un segnale.

Se tutti i segnali tecnici fossero veritieri tutti i trader sarebbero ricchi, tutti possono riconoscere un segnare al rialzo o al ribasso, pochi sanno se quel segnale è falso o veritiero.

La differenza sta nel conoscere la strategia da un punto di vista più elevato e non fermarsi a guardare i soli secondi o minuti in cui si sta formando quel segnale, falso o vero che sia, se voi avete una strategia basata su analisi fondamentale e tecnica capirete molto più facilmente se quel segnare tecnico può trasformarsi in un’inversione di trend oppure è solo un falso dovuto alla volatilità e instabilità del mercato. Il miglior operatore di borsa guadagna molto sul tempismo, entra nel momento giusto sul mercato, non bisogna aspettare troppo di veder confermato un segnale, nemmeno però bisogna buttarcisi troppo in anticipo, chi riuscirà ad imparare il tempismo sarà un trader di successo.

Questo articolo è stato pubblicato in Trading il da .